La ricetta del tiramisù tradizionale

Correva l'anno 1970 quando nel ristorante Alle Beccherie di Treviso nasceva quello che oggi è il dolce più famoso nel mondo: il tiramisù. Ad inventarlo fu lo Chef Loli Linguanotto che con pochi e genuini ingredienti, realizzò un grande capolavoro della pasticceria italiana.
Sapete qual è  il prezioso ingrediente con cui iniziò l'opera? Il mascarpone Optimus, scelto per la sua cremosità e consistenza unica.


Oggi Loli Linguanotto ci regala la ricetta originale della sua creazione


Ingredienti per 6 persone

  • 500 g di mascarpone Optimus
  • 6 tuorli d'uova
  • 250 g di zucchero
  • 30 savoiardi
  • caffè amaro quanto basta
  • cacao amaro in polvere.



Preparazione

  1.  Disponete tutti gli ingredienti sul tavolo, ad eccezione del mascarpone Optimus che lascerete in frigorifero fino al momento del suo uso. 
    Questo servirà ad ottenere una migliore consistenza della crema.
  2.  Preparate il caffè e lasciatelo raffreddare, tanto più è freddo e meglio è. Il caffè dovrebbe essere forte e concentrato, ma se il dolce viene proposto anche ai bambini, è preferibile "allungarlo" leggermente per attenuarne il gusto deciso.
  3.  Montate con le fruste di uno sbattitore elettrico i tuorli delle uova e lo zucchero fino ad ottenere un composto spumoso.
  4.  Aggiungete poi il mascarpone Optimus freddo di frigorifero, mescolando bene il tutto con una spatola di legno, il risultato dev'essere una crema morbida. Lasciate riposare in frigorifero la crema e procedete con la preparazione dei savoiardi.
  5.  Intingete metà dei savoiardi nel caffè facendo ben attenzione a non inzupparli troppo o si sgretoleranno.
    A tal proposito, Loli Linguanotto ci regala un utile consiglio: dopo aver inzuppato un po' il savoiardo, continuate a bagnarlo aiutandovi con un pennello da cucina.
  6.  La ricetta tradizionale prevede che il tiramisù venga composto su un piatto circolare, ma si può utilizzare anche una pirofila rettangolare in modo che possa contenere meglio la crema.
  7.  Una volta adagiato nella pirofila il primo strato di savoiardi, versateci sopra metà della crema conservata in frigorifero e distribuitela uniformemente aiutandovi con un cucchiaio.
  8.  Disponete, quindi un secondo strato di savoiardi bagnati con il caffè e cospargete la superficie con la rimanente crema di mascarpone.
    A questo punto, spolverate con del cacao amaro.

Ecco, ora potete riporre il tiramisù in frigorifero per almeno 4-6 ore.
Loli Linguanotto suggerisce, se si ha tempo, di lasciar "riposare" il tiramisù una notte intera in frigorifero, in modo che tutti gli ingredienti si possano amalgamare alla perfezione.

Buon appetito!

©2015 Newlat S.p.A. - Via J.F.Kennedy 16 - 42124 - Reggio Emilia| P. IVA 00183410653 | Newlat S.p.A.